Chiacchiere con voi👄 · Ciclo dell'autunno · pensieri...

La moda del Cozy📜🌿☕

490d6ec0f668818437bf6432a9047339Da un po’ di tempo sul web, i blogger e tutte le figure che lavorano con questa piattaforma di divulgazione, utilizzano la parola Cozy per indicare qualcosa di accogliente e coccolo. Questa moda di utilizzare parole anglofone per spiegare una determinata situazione o una pratica, deriva proprio dal fatto che oramai siamo tutti “influenzati dai signori del web”. Ci mettiamo in bocca parole che non fanno parte del nostro vocabolario comune come se questo ci rendesse le cose più facili, non che la cosa mi dispiaccia particolarmente. Quindi il mio articolo di oggi non vuole essere una critica, ma più un’analisi tutta personale -e questo lo voglio ribadire, nel caso ci fossero dubbi in proposito- sulla questione Cozy.  Non sò perchè una persona dovrebbe coniare un termine per catalogare una situazione più che per descriverla. Accorciare i tempi e i modi delle emozioni che si provano è tipico di questo tempo, come se quei due secondi per descrivere una sensazione vadano persi e ledano poi tutti i  nostri altri impegni della giornata. Cozy in inglese vuol dire semplicemente accogliente, ecco, è un aggettivo che indica appunto un qualcosa di piacevole, magico, che di solito ci racconta di casa, di armonia, di dolcezza. Insomma quello che tutti i guru del web vogliono dire con questa parola è proprio quello, descrivere come si sentono a casa, grazie ad oggetti come sciarpe, abiti, letti, libri e quant’altro. Non sò perchè, ma l’unica cosa che davvero mi da fastidio non è la parola in se o il fatto che si tenda a voler velocizzare tutto, ma più che altro è il voler catalogare sempre ogni cosa, come se tutto questo fosse utile per farci capire e amare noi stessi. Ebbene, io credo che noi siamo i primi a crearci delle etichette, a voler darci un genere per poter sentirci parte di qualcosa. Cerchiamo anche la solitudine in casa ma poi quando ne parliamo, in realtà sappiamo di non essere veramente soli, con noi c’è sempre un libro, un film, o facciamo qualcosa d’altro per non ascoltare i nostri pensieri. Ecco perchè poi nascono tutti questi programmi sulla positività e tutti sono così ossessionati dalla ricerca della felicità da non vederla neppure quando ce l’hanno davanti al proprio naso. I gesti piccoli di tutti i giorni non li calcoliamo, ci concentriamo sullo stringere i concetti, aspettiamo il gesto eclatante (salvo poi criticarlo aspramente non si sà come, ne perchè, ma è così) e poi non ci accorgiamo che tutto questo arriva perchè prima c’è stata una preparazione. Insomma, non sappiamo più goderci il viaggio, il percorso per arrivare all’obbettivo, vogliamo tutto e subito. E questa piccola critica la faccio anche a me, a volte mi concentro troppo sul futuro e non mi godo a pieno quello che ho nel momento presente, per questo sto cercando di migliorare e provo ad analizzare meglio me stessa. In ogni caso, tornando alla parola Cozy e ora al suo effetto positivo, c’è da dire che finalmente ora uscire non è più di moda come prima, finalmente grazie allo spopolamento delle serie tv, dei libri e del rilassarsi, finalmente stare a casa è diventanto buono e non sinonimo di clausura. Questo mi rende felice perchè io sono la classica persona che ama il “cozy”, della mia personalità si evince che sono introversa e che stare a casa con mio marito, una tazza di thè e le mie milleemila cose da fare mi rendono una persona felice e appagata. In un certo senso tutta la pressione che c’era prima ora non la sento più, non che questo mi abbia mai influenzato, ci tengo a precisarlo, ma almeno ora ci sono meno persone a cui devo spiegare perchè preferissi stare in casa, piuttosto che in giro. Ecco perchè penso che come parola non sia un male assoluto, come tutte le altre parole, penso che se usate nel modo giusto possano dare una mano. Io credo che una cosa di successo non sia per forza una qualcosa di massa, semplicemente è venuto il suo momento per venire a galla, e come ogni cosa è necessario analizzarla un po’ e accettare di ciò, sia il positivo che il negativo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...