Chiacchiere con voi👄 · Ciclo della primavera · recensioni · Serie tv, film, & C

FINALE DI GOT🐺🐲🦌🦁 (parte 1)

f868ebde141bd4aa49f195a4bf2f8517Buongiorno a tutti! Sono tornata dopo un po’ di settimane di stop perchè non riuscivo proprio a scrivere, a voi capita mai di avere questo genere di blocchi? Magari non per la scrittura, si intende, ma per qualcosa che vi appassiona. Nonostante questo il peggio é passato, ed ora voglio farvi leggere la mia recensione su GOT o per meglio dire le mie considerazioni finali, perchè non sarà di certo imparziale, considerato che ho i miei preferiti da difendere! ^‿^
Ho pensato di dividere l’articolo in base al personaggio per rendere il tutto più semplice da seguire e fluido. Non solo per voi, ma anche per me, perchè ho un sacco di considerazione nella testa e devo assolutamente rivelarle a qualcuno ^▽^

spoooooilerrrrrr

Io partirei proprio da Daenerys Targaryen secondo me una delle regine del telefilm, il personaggio che ha avuto l’evoluzione più negativa ma nello stesso tempo colei che ha reso possibile la distruzione della ruota del comando. Dany o Draghessa (come la chiamo io) per mio modesto parere, è partita con tante buone intenzioni, che tutti noi spettatori del Trono abbiamo visto sullo schermo, finendo poi con l’interpretare l’incarnazione del dittatore per eccellenza. Infatti nell’ultimo episodio io ho avuto proprio questa sensazione di angoscia, anche grazie alla magnifica scena in cui si vede un grande esercito, davanti ad un castello, sulle cui mura sventola un’enorme bandiera, con lo stemma dei Targaryen (bandiera con sfondo nero e l’effige di un drago a tre teste rosso). Inoltre nella scena successiva si vede l’entrata del castello e in specialmodo la regina, che ha dietro di se il suo amato drago, il quale dopo aver ringhiato spalanca le sue possenti ali mostrando Daenerys come una donna drago. In questa scena ho visto in lei le fattezze di un demone, con il suo cipiglio, il vestito nero e le ali, ho pensato seriamente al male, e a ciò che il potere fa alle persone. Dopo tutto ciò il discorso che pronuncia è oltremodo chiaro e lipido. Il suo obbiettivo non sono più i sette regni, oramai conquistati, ma il mondo intero. Lei sola è nel giusto, tutti gli altri devono essere liberati, anche a costo di sacrificare uomini inermi, donne e bambini. Nel mentre dietro di lei Jon Snow la osserva, ed io ho notato il lui paura, dignità e fedeltà. Insomma, a parer mio una delle scene più belle, emozionanti di tutto GOT. Per me è stata veramente una grande emozione anche se provavo paura, per ciò che avrebbe fatto in seguito.
Nelle altre scene lei incontra Tyrion e lo accusa di tradimento. Esso viene poi portato in prigionia in attesa che venga svolta la sua condanna a morte ( tradimento perchè ha liberato suo fatello Jamie). In seguito ci sarà la scena di lei con il trono di spade, tutto intorno a lei non è che cenere e neve. Lei che osserva compiaciuta l’artefatto con le spade, e pensa che ora è suo. Nel frattempo entra in scena Jon il quale, dopo aver parlato con Tyrion e convintosi in qualche modo a far ragionare la sua amata, parla con la regina. Ascolta i suoi vaneggiamenti e capisce che per lei non ci sono più possibilità di redenzione. Finalmente la madre dei draghi mostra il suo vero volto, la sua pazzia non ha limite, la sua evoluzione è completa. Jon quindi non può fare altro che porre fine alla sua vita, con un pugnale, mentre le dichiara amore e devozione eterna la trafigge, non permettendole neppure di proferire parola. Rimangono solo i suoi occhi azzuri, pieni di sorpresa nella morte. Jon piange la dipartita della sua amata e Drogon (il drago) si rende conto che sua madre non è più con lui, si infuria e tutti pensiamo che colpirà Jon, ma in realtà suterà fuoco verso il vero assassino di sua madre, il trono stesso. Finisce così, la storia di Daenerys Targaryen “Nata dalla tempesta”, la prima del suo nome, regina degli Andali, dei Rhoynar e dei Primi Uomini, signora dei Sette Regni, protettrice del Regno, principessa di Roccia del Drago, khaleesi del Grande Mare d’Erba, “la Non-bruciata”, “Madre dei Draghi”, regina di Meereen, “Distruttrice di catene”. Io sono pienamente soddisfatta del suo arco narattivo, la sua evoluzione per me era palese già dalla seconda stagione, non perchè mi stesse antipatica o perchè non avesse leggittimità la sua pretesa ma perchè sò che il potere logora, chi nasce con in testa il diritto di regnare spesso e volentieri non si rende conto che non è sufficente averne diritto. Dany inoltre voleva regnare su un luogo che non conosceva e che ha giudicato a prescindere. Soffriva pure di manie di grandezza grazie alla nascita dei suoi draghi. Io non credo che fosse “cattiva” fine a se stessa all’inizio ma credo che con il tempo e le varie esperienze il suo desiderio fosse più forte di qualunque altra cosa al mondo ed alla fine questo desiderio si è tramutato in ossessione e delirio di onnipotenza. Come sempre in GOT chi aveva questo tipo di ideologia fa una brutta fine, ricordiamoci i figli di Cersei, Stannis e per finire anche Cersei.
Ovviamente lei non è che ha sbagliato ogni cosa, io credo che abbia tentato di fare la cosa giusta, per esempio è andata al nord per proteggere il popolo dai nonmorti, ha liberato dei popoli dalla tirannia (anche se ha punito le persone uccidendo a più non posso). Nonostante tutto questo il risultato è stato quelli di essere ancora più sola, perchè?? Semplice, la sua motivazione risiedeva in una cosa soltanto, avere delle armate per riprendersi approdo del re. A lei in realtà non fregava nulla dei popoli, lei pensava solo ed esclusivamente al suo desiderio. Ecco perchè io ho sempre reputato Jon migliore di lei, per questo ruolo. Tutti hanno perso qualcosa nel gioco del trono, Cersei, tutti i suoi figli, Sansa per esempio ha dovuto subire le peggio cose, Tyrion ha dovuto uccidere suo padre, lasciare tutto perchè incolpato di un omicidio insulso (oltre che essere costantemente preso per fondeli da tutti), ciò non giustifica un massacro di massa!
Alla fine della corsa lei ha dimenticato che comunque poteva avere un popolo che con il tempo avrebbe imparato ad amarla se solo avesse voluto. In soldoni a me è piaciuta molto la parte finale che riguarda questo personaggio, certo magari avrebbero potuto fare una stagione in più per spiegare meglio il suo “cambio” ma per me che ho recepito i segnali non è stato così “necessario”. Inoltre sono daccordo con la scelta di farla morire per mano di Jon, lui era l’unico che poteva avvicinarsi abbastanza per poterla uccidere, questo dal punto di vista pratico mentre dal punto di vita psicologico, doveva esserci un addio degno tra i due. Trovo che la scena sia stata commovente e anche un po’ alla Romeo e Giulietta, forse mi sarei anche aspettata la morte di Jon, però il suo allontanamento penso che valga di più. Ho amato e odiato questo pg, non è mai stato tra i miei preferiti perchè chi brama il potere per me è pericoloso e non sò mi ha sempre dato sensazioni strane.

Dopo aver esaminato il personaggio di Dany vorrei scrivere di Jon Snow Aegon Targaryen figlio di Lyanna Stark e Rhaegar Targaryen oltre che Bastardo di Eddard Stark. Secondo il mio modesto parere l’eroe buono della storia, ossia quel personaggio che non puoi proprio non amare dall’inizio, vuoi per la sua situazione “difficile” vuoi per il fatto che ha il lupo più ganzo e vuoi per il fatto che accetta la sua condizione amando lo stesso i suoi “fratelli”. A parer mio la sua storia è stata tra le più fighe di tutte. Lui era un bastardo è andato sulla bariera, quasi tutti lo trattavano a merda, è morto e poi risorto, ha combattuto un sacco di battaglie e tante le ha vinte, ha amato e poi perso per poi ritrovarsi a perdere parte della famiglia, ha lottato contro un branco di nonmorti infuriati, ha scoperto di essere uno Stark ed anche un Targaryen e ha seguito la sua regina fino alla sua dipartita. Non ha lasciato questo onere a nessuno, si è preso carico di questo fardello e del fatto che non è riuscito a dare alla sua amata ciò che voleva e non penso per paura ma piuttosto perchè era combattuto tra famiglia, dovere e amore. A parer mio non è affatto facile scegliere inoltre non è così scontato o semplicistico farlo. Alla fine però Jon ha dato più importanza al dovere, ha scelto di difendere le persone a discapito di se stesso, come ha fatto quasi tutte le volte nel corso della sua storia. Quindi io penso che Jon sia il personaggio più coerente di tutti. Con questo non lo libero da ogni peccato ma piuttosto noto di più i suoi punti di forza che quelli deboli, semplicemente perchè non sempre parlare è la cosa giusta, a volte due semplici frasi dette bene sono sufficenti per migliorare le cose. Jon mi ha lasciato molto, non era uno dei miei personaggi preferiti all’inizio, io avevo un’adorazione per suo fratello Robb, ma con il tempo ho capito che lui era una persona con valore, un cavaliere in tutto e per tutto. Parlando della scena finale in cui lui decide di uccidere Dany, penso che sia stata molto interessante e con enorme senso! Lui tenta di far rinsavire la sua amata, tenta di farle capire che non è con la spada che si rende liberi gli uomini però lei non lo ascolta, è presa oramai dai suoi deliri di onnipotenza, perciò Jon non vede alcuna via per la sua redenzione e la uccide con un pugnale. A quel punto lui pensa che verra ucciso dal drago, lo accetta perchè crede di meritarlo per il gesto che ha compiuto (non perchè si sente in colpa per averlo fatto) infatti quando il drago apre la bocca il suo sguardo dice tutto “Eccomi sono qui”, ma il destino vuole che non muoia, il suo fato è un’altro, esilio dove tutto è cominciato, dai guardiani della notte, ed oltre la bariera. La scena infine che mi ha commosso di più è stata quando Jon saluta i suoi fratelli sul pontile, i quattro Stark rimasti che si dividono, prendolo le loro strade e che strade! Nella fine che non è proprio una chiusa si vede lui che va al nord con i bruti credo l’unico posto in cui si senta veramente di appartenere, quindi neppure una punizione così dura per lui, per aver ucciso l’erede al trono.

Continuiamo con la recensione questa volta però scriverò di uno dei miei personaggi preferiti di GOT, se non il mio vero pg preferito! Il personaggio che, secondo il mio modo di vedere, ha avuto l’evoluzione più sorprendente e decisamente più produttiva! La persona di cui sto parlando è Sansa Stark. Lei all’inizio del telefilm era una piccola lady che vedeva del romanticismo ovunque, che sperava in cuor suo di fare un bel matrimonio e di essere felice, non era come la sorella, sbarazzina e amante delle armi, se vogliamo era frivola ma chi da adolescente non lo è stato? Il suo desiderio però viene disilluso molto presto. Viene data come promessa sposa ad un despota che la tratta come una pezza da piedi e che dulcis in fundo le ammazza il padre, davanti hai suoi occhi. Viene costretta a sposare un’altro uomo e a sottostare all’indifferenza e anche alla cattiveria della sua Ex-suocera, oltre che a quella del nuovo sovrano, il suo ex promesso. E’ obbligata a fuggire e dopo la morte di Joffrey ce la fa, finisce a nido delle aquile dove per fortuna impara a non fidarsi di nessuno grazie a Petyr Baelish (l’uomo che ha fatto uccidere suo padre). Successivamente dopo la morte della zia è tornata al nord e qui non ha di certo trovato pace, infatti finisce in sposa ad un altro pazzo, Ramsay Bolton, che la violenta pure! Ora non voglio dire, ma se era un altro in queste condizioni non so’ come avrebbe reagito, comunque sia, si è fatta forza e riuscirà a fuggire ancora una volta da una situazione difficile e da quel pazzoide! Per fortuna ogni tanto trova pure qualcuno che la vuol aiutare seriamente! Comunque alla fine riesce a vendicarsi del caro Ramsay e qui gaudio e tripudio di suoni di tromba per questo evento meraviglioso! Da qui in poi la sua evoluzione è completa, Sansa Stark diventa a tutti gli effetti una vera lady, una donna che ha intelligenza, conosce la strategia ma soprattutto che comprende i nobili e i loro sotterfugi. Insieme alla sorella Arya uccide anche il traditore Baelish, colui che ha fatto uccidere suo padre e che l’ha praticamente portata tra le braccia del Bolton. A parer mio Sansa ha super meritato il titolo di regina del nord. Lei si è battuta per la sua famiglia (ovviamente a suo modo, non con le armi per intenderci), ha avuto pazienza ed è riuscita a tenere insieme la famiglia e a spingere Jon a capire che cosa fosse giusto per il loro paese. Il nord si merita l’indipendenza perché ha dato molto di più di tutti gli altri regni, perché è il luogo che da sempre la desidera e che ovviamente ha una regina potete e un esercito altrettanto forte. Alla fine di tutto penso che anche la mia Sansa abbia raggiunto il suo obbiettivo di fanciulla e credo che sia più che meritato! Nelle scene finali dell’ultima puntata io mi sono commossa tantissimo quando ho visto che la vestivano da regina, con quelle voglie rosse sul tessuto, la sua camminata fiera verso il trono, l’incoronazione e tutti i suoi cavalieri che la acclamano!!Insomma sono troppo Happy per questo!!

tumblr_prsbdxW0Na1rj6il9o1_500

 

Ora che ho scritto di Sansa e mi sono sfogata (∪ ◡ ∪) posso fare il mio commento sull’altro personaggio che mi è piaciuto di GOT ossia Il folletto , Tyrion Lannister, di lui ci sarebbero da dire un sacco di cose ma mi limiterò a commentare il suo operato nell’ultimo episodio. La sua evoluzione nella narrazione non è sempre stato pari, ci sono stati dei picchi in cui ha trovato assolutamente la mia simpatia e altri in cui l’ho trovato sottotono ma questo non dipende solo dall’attore o dal racconto ma penso sia più che altro dipeso dal processo di crescita personale. In un certo senso lui nasce come personaggio che rideva di se stesso per proteggersi dalle angherie degli altri, quello che usava la sua arguzia al posto della prestanza fisica, essendo un nano, quindi non equipaggiato fisicamente come gli altri, nato in un mondo di predatori non poteva che fare altrimenti. Tuttavia con il tempo, con la maturazione e con i fallimenti, perchè si, credo nel potere delle cadute, è arrivato ad un punto cruciale. Smette di essere il folletto e diventa un protagonista reale della storia, a parer mio, la sua bontà e il suo modo di fare sono sempre stati molto intriganti, con il tempo però tutto questo migliora e nonostante le piccole cadute nell’ultima puntata si mostra nuovamente per come è veramente. E’ al fianco della sua regina trionfante ma non è soddisfatto del risultato perchè la donna in cui aveva rimesso le speranze lo ha deluso, facendo uccidere innocenti che per giunta si erano arresi. Decide quindi di lanciare la sua spilla di primo cavaliere dalla scalinata, lui, traditore di Daenerys la regina, colui che ha liberato un Lannister viene fatto prigioniero e condannato a morte.
Quando poi è imprigionato Jon va a fargli visita e Tyrion parla a lui con il cuore, lo spirito di chi ha imparato molto, di chi ha dato fiducia alla persona sbagliata e non per questo si nasconde con la testa sotto la sabbia no lui affronta il suo fato con onore, e chiede al suo amico di fare quello che è giusto!
Finalmente dopo tanto tempo ritorna ad essere se stesso, la persona arguta che mi piaceva molto. Nel momento del ritrovo, dopo la morte di Dany, davanti ai lord dei setti regni, mostra a tutti il suo grande talento! In pratica sceglie lui il nuovo sovrano, e gli altri lo ascoltano. Insomma perfetto!
Nell’ultima sua scena poi ritorna a far capolino il suo spirito goliardico. Ci mostrano un Tyrion impegnato a sistemare gli scranni nella sala del consiglio. Lui vuole che tutto sia perfetto, per il suo primo giorno da primo cavaliere del sovrano Bran lo spezzato. Ma soprattutto lo fa in un modo così serio che mi ha fatto pensare a casa, quando vuoi fare bella figura, quando senti che sei nel posto giusto per te e vuoi che tutto sia perfetto, salvo poi venire disillusso dall’arrivo degli altri membri del consiglio (o famiglia), che dopo essersi presentati “rovinano” un po’ l’armonia che avevi creato. In questa scena ho visto l’inizio della pace, come se le turbolenti pazzie della gioventù e la tristezza dei giorni pericolosi siano alle spalle e il momento di vivere davvero sia arrivato.

Bene, per ora ho scritto tantissimo e vorrei poter scrivere anche degli altri pg perchè di cose da dire ne avrei un sacco ma preferisco fermarmi qui per ora. La prossima volta che parlerò del trono chiuderò il cerchio. Grazie per aver letto!! ❤

Annunci
pensieri... · Serie tv, film, & C

GOT🐺🐲🦌🦁

98f94074e68655e84d54350a5a2a1e97Buongiorno a tutti, volevo scrivere questo piccolo articolo per parlare di una delle serie che negli ultimi anni ho seguito con più passione e “apprensione”, sto parlando di Game of Thrones. Volevo scrivere di questa prima puntata dell’ultima stagione e fare una piccola recensione ma poi ho deciso di fare solamente le mie considerazioni sulla puntata. C’era molto hype intorno a questa nuova stagione e ultima, e soprattutto sulla prima puntanta. Io dopo averla vista sono rimasta un po’ sconcertata, e non perchè succedesse qualcosa di eclatante come la morte di un personaggio importante o una rivelazione shoccante come che Jon Snow risuscita dai morti. Sono rimasta allibita dalla recitazione di alcuni attori, certo alcuni non sono esattamente delle cime però speravo davvero che in questa stagione dessero il meglio di loro. In questo caso sto parlando di Jon Snow per l’appunto e Daenerys, in loro avevo riposto la mia fiducia e bo mi hanno un po’ deluso. Non sembrano affatto due innamorati o almeno non vedo tutta questa alchimia che in realtà dovrebbe esserci tra questi due personaggi. Non sono i miei personaggi preferiti lo ammetto ma la coppia in se non mi dispiace per nulla, solo che i due attori non mi hanno fatto quella bella impressione che mi aspettavo. Dopo questo aggiungo che dall’altro lato ho apprezzato moltissimo Sansa, per me rimarrà il mio personaggio preferito della serie, anche se potrà fare cavolate entro la fine di questa ultima stagione per me è lei la regina del nord, il personaggio che ha avuto l’evoluzione migliore, che è diventata donna di comando, saggia e sicura. Già in questa prima puntata si nota subito che è una vera Lady. Non si preoccupa solo di far scatenare gli eserciti ma si preoccupa anche di come mantere questi eserciti, soprattutto in un luogo angusto come il nord. Cosa del quale la maggior parte degli altri si era praticamente dimenticato, anche i draghi, non è che vivono d’aria e la battuta di Daenerys ci fa subito capire che la “regina” pensa che i suoi draghi siano meglio di tutti gli altri esseri viventi, il che mi fa pensare. Come mi fa pensare il fatto che sembra che la regina dei draghi sia troppo sicura di se stessa. Mi è piaciuto il dialogo tra Jon e Sam, un altro dei miei personaggi preferiti, ha avuto finalmente il coraggio di dire al suo amico la verità che ha scoperto nella cittadella, inoltre rivela a Jon che la sua amata regina dei draghi ha giustiziato suo padre e suo fratello, facendolo ragionare quindi sul fatto che lei forse non è la persona adatta per sedere sul trono ma che lui lo è, non solo per diritto di nascita (cosa del quale sono più che d’accordo pure io). Vorrei spendere una parola anche per Arya personaggio che non ha mai ricevuto la mia simpatia, perchè fino ad ora si è dimostrata solo una efferata assassina senza un ruolo più alto ben preciso, ora però devo spezzare una lancia a suo favore e sono contenta che, come nell’ultima puntanta della scorsa stagione, finalmente anche lei trova un nobile obbiettivo, ossia tenere in piedi la sua famiglia nel modo in cui le è più congeniale, le armi. Sostiene sua sorella Sansa e suo fratello Jon nel modo giusto e questo mi fa ben sperare per lei, oltretutto ho amato il suo riavvicinamento con il vecchio amico Gendry, anche lui ora dalla parte giusta della barricata! E penso che questo riavvicinamento sia stato un segno che le cose per la nostra piccolaetta di casa Stark stiano girando per il verso giusto.

Passiamo ora alla famiglia più temuta dei sette regni, i Lannister, in questa prima puntata un po’ sotto tono sopattutto Tyrion. Mi è piaciuto il dialogo che ha avuto con Sansa, dopo tanto tempo i due si sono ritrovati  e mi sono un po’ emozionata in questo caso perchè anche qui Sansa dimostra di essere molto cresciuta e nonostane le difficoltà di aver imparato dai migliori ad approdo del re. Credo anche che il nostro stratega Tyrion dal loro dialogo abbia capito che è meglio non fidarsi troppo di Cersei, anche se ora ha qualcosa da perdere, lei è una spina nel fianco, una serpe che come scopriamo in questa puntata punta comunque a vincere. Qui ci leghiamo a un argomento che mi sta molto a cuore, l’onestà, per quanto io apprezzi un cattivo ben elaborato come la regina di approdo del re, Cersei proprio non riesco a sopportarla. In realtà non difende nessuno se non se stessa, e questo la rende più pericolosa di chiunque altro. Vediamo alla fine della puntata anche Jaime  anche lui arrivato a grande inverno per dare il suo contributo, si vede propio alla fine mentre al suo arrivo incrocia lo sguardo con Bran il ragazzo che lui ha tentato di uccidere nella prima stagione.

Succedono anche altre cose durante la puntata, con personaggi che mi piacciono parecchio però penso che queste siano le parti più importanti della puntata quelle sulle quali la mia mente si è soffermata di più. Gli estranei non si sono ancora visti, hanno fatto capolino in questa puntata mostrano la loro natura di assassini spietati. La scena in cui i bruti e gli uomini della notte incontrano il simbolo lasciato ad avvertimento di cosa gli aspetta è veramente wow!! Sono convinta che in questa stagione ne vederemo delle belle!! Evviva!!

Anime & C. 📺🎎 · Ciclo della primavera · recensioni

Aggiornamento anime!!!🎞🎋

Buongiorno a tutti cari lettori, quest’oggi ho deciso di fare un piccolo aggiornamento  sugli anime che sto seguendo e ai quali mi sono appassionata molto. Non sono tantissimi anche perchè purtroppo il tempo a mia disposizione non è moltissimo ma già il fatto di essermi messa sotto è già qualcosa. Come ho scritto tante altre volte, negli ultimi anni sono divenuta molto più selettiva, perchè preferisco “fissarmi” su serie e anime che mi coinvolgono seriamente, ma bando alle ciance, iniziamo con il resoconto.

cb760502e02a766711d7650d6879b8fa❀ The Rising of the Shield Hero (盾の勇者の成り上がり Tate no yūsha no nariagari?, lett. “L’ascesa dell’eroe dello scudo”)

Naofumi Iwatani, un otaku asociale e fanatico di manga e videogiochi, trova un libro magico ed improvvisamente viene catapultato in un universo alternativo insieme ad altre tre persone. Si scopre immediatamente dopo che, questi ragazzi sono stati evocati in questo mondo parallelo per farne i loro nuovi Eroi . Il compito è quello di salvare il mondo dalla distruzione, dovuta all’apparizione ciclica di mostri e demoni nelle cosi nominte dalla popolazione locale Ondate. A ognuno dei quattro viene conferita un’arma leggendaria: al nostro protagonista, Naofumi, viene dato lo scudo, l’arma, secondo la maggior parte delle persone, più debole. Per questo motivo e per la sua mancanza di esperienza nei rapporti sociali, dopo tre giorni Naofumi viene tradito dagli altri eroi, derubato e falsamente accusato di aver stuprato la sua compagna di viaggio. Rimasto senza soldi e fiducia, all’Eroe dello Scudo non resta altro da fare che iniziare la sua avventura da solo e pieno di rancore verso chi lo ha ingiustamente accusato.

La serie mi ha appassionato immediatamente perchè il protagonista mostra un carattere risoluto, volenteroso ma con delle debolezze, qualità che lo rendono umano e quindi chi guarda riesce facilmente ad empatizzare con lui. I personaggi che gravitano intorno al protagonista sono ben delineati e il mondo descritto nei dialoghi e disegnato è dettagliato. Ci si immerge immediatamente nelle attività della gente e si capisce come, dove e cosa. Ovviamente aleggia sempre quel mistero tipico degli anime, il protagonista riuscirà a vendicarsi? Ma cosa ancora più importante riuscirà a migliorarsi e a diventare più forte per battere i nemici? Inoltre trovo che, in questo anime, non particolarmente brillante dal punto di vista dell’idea, infatti in molti altri anime/manga ho visto un protagonista catapultato in un mondo alternativo, sia assolutamente unico proprio perchè il protagonista parte super svantaggiato e i suoi aiutanti non brillano per intelligenza o per doti straordinarie. Crescono tutti insieme con il protagonista e si amalgamano perfettamente. L’ambientazione poi è di tipo fantasy, il genere in assoluto che prediligo di più. Perciò su una scala da 1 a 10 lo consiglio al 8, non ho potuto dare un 9 o un 10 perchè la serie è ancora in proseguimento in giappone e quindi non posso dire se mi piacerà fino alla fine o meno, quindi attendete nuove notizie in merito.

Serie : 25 episodi (visti per ora 14)

5ac4aa656e713ffd3bc53c8871b91008❀ Yona la principessa scarlatta (暁のヨナ Akatsuki no Yona?, lett. “Yona dell’alba”)

Protagonista della storia è Yona, giovane principessa e unica erede al trono del Regno di Kouka, che conduce una vita felice e spensierata nel castello di Hiryuu insieme al padre e re Il, all’amico nonché guardia del corpo Son Hak e al cugino Soo-won, per cui prova dei sentimenti. Le cose cambiano, però, quando Yona, durante la notte del suo sedicesimo compleanno, assiste all’omicidio del padre; l’assassino altri non è che Soo-won, assetato di vendetta e con l’intenzione di diventare il prossimo regnante. Sconvolta dall’accaduto, Yona viene portata in salvo da Hak, con il quale scappa verso la Tribù d’origine del ragazzo, ossia quella del Vento. Una volta lì, i due partono dapprima alla ricerca del misterioso monaco che vive nella foresta, e in seguito, sotto consiglio di quest’ultimo, alla ricerca dei quattro Guerrieri Dragoni, reincarnazioni dei Quattro Draghi originali della leggenda. Inizia così, per i ragazzi, un viaggio pieno di scoperte, avventure e sfide. (wikipedia)

Serie vecchiotta perchè andata in onda nel 2014/2015, che però nel marasma generale mi sono persa. E’ un fantasy, genere a cui sono legata in modo particolare e solo per questo vale la pena di guardarlo. La serie mostra una ragazzina che mano a mano che passano le puntante e le avventure diventa sempre più consapevole di se e del suo potenziale. Viene aiutata dai suoi nuovi amici/alleati che sono fortissimi e anche molto belli. Non c’è niente da fare, anche il genere Harem/otome (ossia quando un protagonista deve scegliere tra diversi spasimanti di solito 4/5/6) mi piace sempre!
Io ritengo che questo anime sia molto piacevole, non ha una trama particolarmente nuova o innovativa tuttavia trovo che sia molto bello. Non posso dire molto altro per non spoilerare a chi vorrà vederlo perciò passo al voto da 1 a 10 direi un bel 8+
(piccola nota a margine, il manga è ancora in corso e sono stati fatti anche degli OAV ossia film brevi per la tv)
e6e882326db8f696f0677d6c5d1528e0❀ Darling in the Franxx (ダーリン・イン・ザ・フランキス Dārin in za Furankisu?, in originale scritto DARLING in the FRANXX)

In un futuro prossimo l’umanità vive in grandi fortezze mobili chiamate plantation, sparse in un mondo divenuto una grande landa deserta. Puntualmente le plantation sono attaccate dagli stridiosauri, strane creature classificate in base alle loro dimensioni: per difendersi gli Adulti si sono dotati di robot giganti chiamati FranXX pilotabili solamente dai Bambini, più precisamente da un ragazzo e da una ragazza assieme.
Hiro è un membro della squadra a difesa della plantation 13, che a differenza dei suoi compagni non riesce a pilotare un FranXX assieme alla sua compagna Naomi; un giorno nei pressi del lago all’interno della sua plantation incontra una ragazza chiamata Zero Two che lo colpisce profondamente. Poco più tardi, mentre saluta Naomi che viene portata via perché incapace di utilizzare un FranXX, assiste all’assalto di uno stridiosauro alla sua plantation e vede Zero Two combattere a bordo del suo FranXX di nome Strelizia. Poiché sembra in difficoltà, visto che il suo compagno non è più in grado di combattere, Hiro decide di intervenire per aiutarla: la ragazza, dopo averlo tratto all’interno del FranXX, lo bacia, dicendogli di essere divenuto il suo darling. Pilotando assieme riescono a sconfiggere lo stridiosauro e per il momento Zero Two si unisce alla plantation 13. (wikipedia)

Questo è un anime di genere mecha, sinceramente non sò spiegare perchè mi sono messa a guardare questa serie, forse per le animazioni o forse per i personaggi. In un certo senso mi ha incuriosito, ho visto la trama e diverse immagini e dopo ciò ho pensato di provare a seguirla. Non è affatto il mio genere e quindi ero un po’ prevenuta a riguardo ma nonostante il mio poco interesse verso i Mecha, penso che questa serie sia molto piacevole, a tratti un po’ “surrealmente sexy”, non voglio rovinarvi la sorpresa ma già vedere come si pilotano i robot in questo anime, uno si pone il dubbio del “a che cosa stavano pensando i creatori? E’ veramente particolare e mai visto in altre serie di genere. La trama non è brillantissima ma del resto ha delle basi fondate su un genere che è stato sviscerato in tanti modi ed è uno dei preferiti del pubblico giapponese o di chi ama le produzioni di questo paese. (vedere i vari, cari, vecchi :Mazinga Z, UFO Robot Goldrake e più recenti Evangelion, Gundam ecc.ecc.) Nonostante questo la psicologia dei personaggi è ben chiara sin dai primi momenti, il protagonista è il classico ragazzino che ha il culo di essere perfetto per il personaggio superfigo della serie, ossia Zero Two (in questo caso una donzella) e che guarda caso, a tutti sta sulle scatole perchè non è pienamente umana (tra l’altro davvero sexy assomiglia molto a Lamu). Gli altri personaggi, ossia i bambini che pilotano i mecha in questione sono tutti particolari e hanno delle doti che piano piano si va avanti con l’anime escono fuori. Purtroppo come ho detto sopra l’ambientazione non è tra le mie preferite, il genere fantascientifico non mi ha mai attratto troppo, comunque il mio voto a questa serie è 7 su 10. Secondo me è un anime che può appassionare anche chi non è fan del genere mecha, tipo me che una volta ogni tanto ne guarda uno. Tra i miei preferiti voglio citare Code Geass: Lelouch of the Rebellion e Knight’s & Magic che ho molto apprezzato e a cui come voto do un bel 9! E ovviamente il mio amato I Cieli di Escaflowne che è 10 pieno ** quindi non è che non seguo proprio questo tipo di anime solo che mi appassiono di quelli più fantasy ahahah come al mio solito!
ad13ebbdb2c06e6f7175ddc6215710f5❀ Re:zero -starting life in another world-

Re:Zero ha come protagonista lo studente Subaru Natsuki che, di ritorno da un combini, si ritrova catapultato in un altro mondo. Nel mezzo dello sconvolgimento di ritrovarsi da solo in un mondo sconosciuto viene pure attaccato e malmenato, tuttavia una misteriosa ragazza dai capelli d’argento e un gatto fatato lo salvano. Subaru per ricambiare il favore cerca di collaborare con la ragazza, quando vengono nuovamente attaccati e questa volta anche uccisi. Il protagonista si risveglia subito dopo, nello stesso posto in cui si è ritrovato quando era stato sbalzato in questo mondo parallelo. Dopo diverse volte in cui gli capita la stessa cosa capisce di possedere l’abilità di ritornare indietro dopo la sua morte, ossia scopre di riuscire a riavvolgere il tempo quando perde la vita. Avuta questa rivelazione il suo scopo diventa quello di salvare la misteriosa ragazza dal tragico destino.

Proprio come The Rising of the Shield Hero citato sopra, questo anime fa parte di un sottogenere del fantasy (generalmente) chiamato Isekai. In pratica in questo sottogenere succede che una persona normale viene trasportata o intrappolata in un universo parallelo. Tendenzialmente i protagonisti di questa serie sono degli asociali, Otaku di game, o che hanno patologie come un hikikomori anche se non è sempre così come per esempio per quanto riguarda l’anime I Cieli di Escaflowne.
Frequentemente questo “cambio” esprime il desiderio di abbandonare il mondo reale per viaggiare nel loro mondo fantasy preferito. Una volta nel nuovo mondo sono in grado di sfruttare la loro conoscenza del gioco, molte volte poco importante nella vita di tutti i giorni, oppure sanno sfruttare le loro abilità di gioco attraverso un’interfaccia a cui può accedere solo lui, in altri casi non sanno minimamente dove si trovano e perchè sono finiti lì. Il protagonista poi può disporre di terribili poteri, o essere debole come in Re:Zero – Starting Life in Another World. Solitamente il protagonista è una sorta di “eroe prescelto”, ma può capitare che diventi un personaggio più crudele e sadico degli stessi abitanti del nuovo mondo. In rari casi può essere che nel nuovo mondo il protagonista si reincarni in non umani, oppure in oggetti come una spada magica, o addirittura un oggetto totalmente fuori contesto. Insomma ci sono davvero diverse chiavi di lettura. In questo caso l’anime mi è piaciuto perchè il protagonista è un imbranato cronico, eppure così volenteroso da non arrendersi al primo problema. Poi la trama è strutturata bene, e i colpi di scena non mancano. Certamente non penso che sia un caposaldo di questo genere o che sia assolutamente da non perdere però ha un suo perchè. Il mio voto da 1 a 10 è 7+

Beauty and makeup · Ciclo dell'inverno🧚‍♀❄ · Notizie📰 · recensioni

Provo prodotti Lush!!!🌿🍄

Buongiorno a tutti mei lettori, pochi ma buoni diceva il detto ♡ (⇀ 3 ↼)

lush.JPG
Lush

quest’oggi volevo fare una piccola recensione dei prodotti di Lush che ho comprato a Milano,  oramai tre settimane fa. Diciamo che non sono molto brava nel fare questo tipo di articoli perchè generalmente non mi viene naturale parlare di un prodotto o di un brand (nel caso un prodotto non sia di mio gradimento), tuttavia credo che sia giusto dare un proprio parere, sia per far migliorare l’azienda in questione sia per aiutare gli altri clienti nella scelta. Premesso tutto questo, posso cominciare con il dire che questo marchio l’ho conosciuto grazie ad Instagram e ad altri social. Io seguo degli influencer/youtuber/instagramer chiamateli come volete, i quali provano prodotti, sia inviati da aziende sia prodotti scelti e comprati da loro stessi e ne consigliano l’uso oppure no. Ebbene questo marchio mi ha molto incuriosito, anche perchè ho visto diverse stories fatte nel luogo di produzione, e devo dire che il fatto che abbiano tutta questa passione per quello che fanno me li ha resi più intriganti. Insomma già diverso tempo fa avevo deciso che avrei provato questo marchio, l’unico mio problema era che i prodotti per il corpo o viso preferisco sempre prenderli a vista e magari facendomi consigliare dai commessi, perchè spesso e volentieri si sbaglia a scegliere un prodotto. Io ho la pelle molto delicata (soprattutto sul viso) secca e che si arrossa con facilità perciò frequentemente certi tipi di materiali troppo aggressivi non fanno che peggiorare lo stato di salute della mia pelle, quindi prima di fare qualsiasi passo chiedo o comunque m’informo molto bene. Così quando siamo andati a Milano, ho acchiappato l’occasione per andare in negozio e provare con mano, sì perchè le commesse ti fanno provare ogni prodotto se lo desiderate e vi spiegano molto bene i benefici che si hanno nell’usarli, per questo motivo credo che sappiano dare dei buoni consigli se li richiedete e mi sento anche di dire che è stata una bella esperienza.
Qui di seguito ho fatto un elenco dei tre prodotti che ho comprato con le descrizioni che danno sul sito, gli ingredienti ed i costi. Sotto a tutto troverete i miei pareri.

❀ Labbracadabra – Bubblegum – scub labbra
❀ Angels On Bare Skin (Angeli a Fior di Pelle) – detergente viso e corpo
❀ The Olive Branch (Mediterraneo) – Gel Doccia
❀ Labbracadabra “Lo scrub levigante per preparare le labbra a ricevere il rossetto e mantenerlo a lungo. Sfregalo direttamente sulle labbra con la punta del dito e lascia che l’azione esfoliante dei cristalli di zucchero e quella emolliente dell’olio di jojoba facciano magicamente scomparire le pellicine secche e reidratino la pelle per un sorriso morbido come un petalo di rosa. Bubblegum (Labbracadabra) non lascia le labbra unte, ma solo un dolce profumo zuccherino da leccarsi… le labbra (anche per eliminare i residui). Per labbra buone da baciare.”

Costo: 8,95€ – 25g

Ingredienti:

~Zucchero Semolato (Saccharum officinarum) Ingredienti naturali
~Olio di Jojoba Biologico (Simmondsia chinensis)  Ingredienti naturali
~Alpha-Isomethyl Ionone, Sostanze sintetiche sicure *Naturalmente presente negli oli essenziali
~Aroma CI. 45410 CI. 45380

❀ Angels On Bare Skin (Angeli a Fior di Pelle) “Questo detergente incredibilmente delicato è fatto al 100% con ingredienti naturali. Ispirato ad un’antica ricetta medievale e decorato con fiori secchi di lavanda, contiene caolino che assorbe unto e impurità per una pelle linda e idratata, mentre l’olio essenziale di lavanda e l’essenza assoluta di rosa esercitano il loro effetto calmante. Per usarlo basta mescolarne un po’ con acqua tiepida per formare una cremina nella quale le mandorle tritate si sciolgono in latte di mandorle, eccellente per tonificare e illuminare la pelle. Splendido per il viso, meraviglioso su tutto il corpo. “

Costo: 10,95€ – 100 g

Ingredienti:

~Mandorle Macinate (Prunus dulcis)
~Glicerina Vegetale (Glycerin)
~Caolino (Kaolin)
~Olio Essenziale di Lavanda (Lavandula angustifolia)
~Essenza Assoluta di Rosa (Rosa damascena)
~Olio Essenziale di Camomilla Blu (Matricaria chamomilla)
~Olio Essenziale di Tagete (Tagetes minuta)
~Resina di Benzoino (Styrax tonkinensis pierre)
~Fiori di Lavanda (Lavandula angustifolia)
~*Limonene *Linalool

(tutti Ingredienti naturali)

❀ The Olive Branch (Mediterraneo) – Gel Doccia “Un abbraccio caloroso ti avvolge, ricco di note agrumate, solari e rassicuranti. I coltivatori israeliani e palestinesi della cooperativa di donne Sindyanna, in Galilea, lavorano insieme per raccogliere a mano le olive e pressarle a freddo per produrre un meraviglioso olio equosolidale dalle proprietà ringiovanenti. Un delicato infuso di foglie di vite e il succo di mandarini freschi appena spremuti idratano la pelle per darti tutta la luce del Mediterraneo e infondere un senso di pace.”

Costo: 16,95€ – 250g (ci sono confezioni anche con + o – prodotto)

Elenco degli ingredienti

~Acqua (Aqua)
~Sodium Laureth Sulfate e Sodium cocoamphoacetate Sostanze sintetiche sicure
~Glicerina Vegetale (Glycerin), Infuso di Foglie di Vite (Vitis vinifera)
~ Perfume, Lauryl Betaine Sostanze sintetiche sicure
~Succo Fresco di Mandarino (Citrus nobilis), Olio d’Oliva Equosolidale (Olea europaea), Olio Essenziale di Bergamotto (Citrus aurantium bergamia),Olio essenziale di limone (Citrus limonum),Essenza Assoluta di Fiori d’Arancio (Citrus aurantium dulcis), Olio Essenziale di Clementina (Citrus reticulata), Acido Lattico (Lactic Acid)
~Hexylcinnamal Hydroxycitronellal *Limonene *Linalool CI. 14700 Sostanze sintetiche sicure
Siamo giunti alle mie conclusioni finali, allora il primo prodotto ossia lo scrub labbra posso dire senza mezzi termini che è sicuramente il mio prodotto preferito, tra tutti quelli che ho acquistato. Innanzitutto è molto profumato (cosa che io amo dei prodotti per le labbra), poi fa molto bene il suo lavoro, dopo averlo usato la pelle in eccesso delle labbra se ne va senza che io debba sfregare troppo forte (ho la pelle sensibile ed uno scrub forte mi farebbe solo che male) in più il sapore che lascia è eccezionale! Praticamente si scioglie e si può mangiare ahahah voto: 9
Il detergente Angels On Bare Skin, l’ho provato tutte le mattine per due settimane sul viso. Io ho preso questo prodotto più come scrub viso, che come detergente, su consiglio della commessa, perchè avendo le mandorle fa questo effetto di pulizia profonda sulla pelle senza però esser troppo aggressivo come uno scrub vero e proprio. Devo dire che il suo lavoro lo fa bene, deterge, protegge la pelle e toglie la pelle morta senza farmi arrossare la faccia. L’unica piccola pecca è l’odore, purtroppo non ha una fragranza che mi piace particolarmente. voto: 8
Per quanto riguarda il Gel doccia The Olive Branch, l’ho usato poche volte, gisuto per farmi una doccia effetto spa. Devo dire che rende la pelle subito più luminosa e nutrita. Va benissimo anche per i ragazzi perchè il suo profumo non è troppo invasivo e ti ricorda le agrumaie e le colline… voto: 8

Tirando le somme, sono stata parecchio soddisfatta die miei acquisti. Lush è una ditta che lavora con passione e che ci tiene all’ambiente ed agli ingredienti che mette nei suoi prodotti. Se vogliamo dargli un voto direi che si merita un bell’otto. C’è sempre margine di miglioramento e non vedo l’ora di poter provare altri prodotti!!!
Spero tanto di esservi stata utile con questo mio articolo, se volete mettete mi piace così sò che mi leggete e magari lasciate un commento con le vostre esperienze o dubbi. Ci leggiamo al prossimo XOXO

(le foto che trovate in questo articolo sono state scattate da me, potete seguirmi su instagram per tenervi informate ^^ Trovate i link nelle info )

Ciclo dell'inverno🧚‍♀❄ · Notizie📰 · pensieri... · Viaggi 🛫

Il mio San Valentino a … Milano!!!🕍🚎💝

Buongiorno a tutti cari amici,
è da poco passato San Valentino, una festa che spacca a metà la popolazione italica! C’è chi lo ama, lo osanna, e lo decanta ai quattro venti, poi ci sono quelli che lo odiano, lo discriminano, lo ritengono una festa del consumismo e quindi inutile. Io ovviamente sono nel mezzo di tutto ciò, come tanti altri come me. Sono la fascia moderata del tifo e devo dire che mi piace un sacco essere considerata una calma festeggiatrice della festa degli innamorati. Anche perché sarebbe alquanto inutile non ammettere che io sia innamorata, sono insieme a mio marito da ben diciotto anni (da festeggiare quest’anno… si il nostro rapporto è diventato maggiorenne ≧◡≦ ) e si lo amo come se fosse il primo giorno. Ci sono stati alti e bassi come in tutte le relazioni, ho sofferto ma ho anche gioito tanto. Siamo come molte altre coppie in questo mondo e onestamente so perfettamente che non mi occorre una festa per dimostrare alla persona che ho accanto cosa provo, però nello stesso tempo penso che sia bello celebrare l’amore tra due persone, festeggiare i nostri traguardi. San Valentino per me è questo.
Per celebrare questa festività abbiamo deciso di farci due giorni in una delle città più interessanti d’Italia, ossia Milano. Non è la prima volta per noi che visitiamo la city anche perché non siamo molto lontani, ed inoltre ho delle conoscenze lì (parte del mio parentado ♡‿♡ ). Siamo partiti alle 8.33 del giorno 16 febbraio da Desenzano del Garda, per arrivare a Milano alle 09.27 (+ dieci minuti di ritardo) con il treno Italo. Abbiamo scelto il treno sia per una questione di parcheggio, sia per comodità sia per economia. Abbiamo preferito investire di più in un buon Hotel piuttosto che in costo di parcheggio, benzina e pedaggio autostradale. Siamo arrivati in Stazione centrale a Milano, e il nostro Hotel non distava troppo da quest’ultima, abbiamo fatto questa scelta per il semplice motivo che non volevamo utilizzare i mezzi, ma muoverci solo con l’ausilio dei nostri piedini. ≧◡≦
Prima di giungere in Hotel abbiamo fatto un giro lungo Corso Buenos Aires. Qui ci siamo fermati in tre negozi che avevo nella mia lista dei “negozi da visitare” il primo è Lush, il secondo è Muji e il terzo lo Yamato shop. Nel primo negozio, Lush, dove vendono prodotti per la cura del corpo (creme, balsami, saponi e chi più ne ha più ne metta) ho acquistato diverse cosine: un detergente/scrub per il corpo/viso, uno scrub per le labbra e un gel-doccia. Nel secondo negozio, giacché non possedevamo la macchina e visto che non potevo svaligiarlo come avrei fatto, ho preso solo delle penne nere 0.5, una matita a mine, un set di penne colorate sempre da 0.5 e un fantastico set per fare il curry alla giapponese che si chiama Butter Curry. Questo servizio commerciale ha diversi negozi in città a Milano (anche Lush lo potete trovare un po’ ovunque), e vende prodotti giapponesi, si parte dal vestiario, per finire agli oggetti per l’organizzazione degli spazi, fino agli accessori per la casa e alcuni beni alimentari, il tutto condito con il loro stile minimale, pulito e rilassante. Lo consiglio sia per chi ama il Giappone e sia per chi è amante della cultura minimale e dalla mente organizzata. A me personalmente piacciono soprattutto per i colori molto basici ed i materiali utilizzati. Comunque se volete sapere di più, vi dico che l’idea che sta alla base dell’azienda Muji segue la Filosofia giapponese del “Kanketsu”, ossia il concetto di semplicità, che mira a «portare un senso di calma nella vita caotica dei giorni nostri». In un’intervista, il presidente di Muji USA, Hiroyoshi Azami, descrive come la missione dell’azienda sia di offrire prodotti semplici e necessari. I loro articoli sono acquistabili anche online, li trovate oltre che sul loro sito anche su Amazon, però  vi consiglio di venire a fare un giretto anche in quelli reali, è un’esperienza molto piacevole.
Il terzo negozio era lo Yamato Shop che molti di voi conosceranno, è una delle Fumetterie/Negozi di Gaget più famosi e in tempi passati andare lì era come entrare in un parco giochi. Devo dire che io sono uscita senza comprare nulla ma mio marito invece si è preso un paio di cosine “Vintage”. Purtroppo il mondo dei fumetti/prodotti giapponesi ha trovato molto spazio negli ultimi anni perciò i negozi “fisici” diventano più ritrovi per nostalgici o per giocatori. Io per esempio la maggior parte dei fumetti che acquisto ora, li prendo alle fiere, oppure su internet. Sono molto più selettiva e mi concentro su quelli che m’interessano davvero e sui Mangaka che hanno per me un certo rilievo. Sarà l’età ma ora sono davvero più conscia e non leggo tutto come una ruspa ≧◡≦ comunque è molto ben fornito e si respira certamente un’aria vintage!
Una volta finito di visitare questa zona ci siamo diretti verso l’Hotel Manin nel Centro di Milano. Siamo entrati nella Hall dell’hotel, una struttura ben tenuta e con dettagli moderni. Il personale alla reception si è occupato di noi in modo eccellente e con riguardo. La camera era molto comoda, una metratura adeguata, pulita e con un bel bagno (con una base da appoggio ottima per chi ha tanti prodotti). Ho potuto, infatti, sistemare tutti i miei prodotti makeup senza intoppi. Noi per una notte abbiamo speso 128,00€ nel quale è compresa la colazione con cibi di ottima qualità, e servizio attento. La stanza era davvero silenziosa per essere in centro a Milano e il cuscino era di mio gradimento, cosa assai strana! Di solito i cuscini degli Hotel li odio tutti! Comunque sia una volta depositati i bagagli in camera siamo usciti di nuovo e ci siamo diretti verso piazza Gae Aulenti -in pratica nella zona moderna di Milano-. Abbiamo cercato un posto per mangiare e siamo finiti al Pandenus Gae Aulenti, qui abbiamo preso, sia io sia mio marito, una pasta: maccheroncini cacio e pepe. Effettivamente non troppo milanese direte, eh si! Ma in una città cosmopolita come Milano si trova di tutto e comunque abbiamo dedicato la cena alla cucina tipica di Milano! ≧◡≦ Questo ristorante è un posto dove vengono prevalentemente persone che lavorano nelle vicinanze, infatti, i piatti escono velocemente ed hanno un Targhet di clientela di adulti, anche perché lo spazio tra un tavolo e l’altro non era molto. Il cibo lo promuovo, e anche il servizio, direi che è consigliabile per la pausa pranzo perché appunto i piatti sono semplici e con preparazioni veloci. A me personalmente ispirava anche bruschetta con avocado e salmone, tuttavia ho deciso per la pasta per il semplice motivo che la mangio di rado durante la settimana.
Dopo aver pranzato, mi sono fiondata nel negozio della Moleskine perché cosa fai… vai a Milano e non entri in un negozio Moleskine??? Una cartopazza come me, non può di certo farsi scappare un’opportunità del genere. Entrando mi sono guardata in giro e ho optato per un taccuino dedicato al signore degli anelli, a righe. Ovviamente prima di entrare in negozio abbiamo fatto una passeggiata nel nuovo parco “biblioteca degli alberi”, che è stato inaugurato in ottobre del 2018 e nella piazza Aulenti. In seguito ci siamo spostati dalla piazza e ci siamo incamminati lungo Corso Como, abbiamo passeggiato fino al centro, dove si staglia in tutta la sua bellezza gotica il Duomo di Milano. Abbiamo fatto qualche foto poi siamo andati in galleria e successivamente ci siamo diretti al nuovo Apple store. In quel negozio ho visto Anastasio di Xfactor!! Gironzolava anche lui tra i vari aggeggi tecnologici ahahah. Usciti dallo store siamo entrati nel negozio della Nespresso dove abbiamo acquistato i nuovi caffè, Istambul e Venezia. Successivamente ci siamo diretti verso il castello sforzesco ma prima ho fatto una tappa da Sephora, al Disney Store e ovviamente al Milan store (sono tifosa del Milan da quando sono piccina!) e lì ho comprato una cuffietta per mio nipote e due portachiavi simpatici per me. Una volta usciti anche da qui siamo entrati pure al negozio della NBA mio marito è appassionato di sport e ci teneva a farsi un giro e a comprare un piccolo gaget! Lui è tifoso dei Celtics io invece ho sempre avuto una certa predilezione per i Lakers, ma non sono appassionata di Basket perciò non chiedetemi nulla! So molte più cose di Calcio, Rugby e Pallavolo ed è tutto dire.
Alla fine prima di arrivare al castello sforzesco ci siamo fermati a fare “merenda” da KFC, io ho preso i Tender mentre mio marito un panino. Dopo esserci rifocillati, abbiamo ripreso il cammino e siamo arrivati al Castello, un immenso palazzo che fa parte della storia di Milano. Una volta lì abbiamo gironzolato al suo interno e poi stanchi abbiamo deciso di incamminarci verso L’hotel.
La sera siamo rimasti in Hotel a cenare, io ho preso una costata alla Milanese, mentre mio marito si è preso il risotto con lo zafferano. Finalmente abbiamo mangiato la cucina tipica Milanese e ci siamo goduti una cenetta romantica e con nessuno nel locale. Insomma è stato veramente romantico e poi il ristorante era molto bello, i camerieri educati e dalle grandi vetrate si vedeva il giardino con alcune piante addobbate con lucine. Alla fine della giornata siamo andati a letto stanchi ma contenti.
Il giorno successivo, abbiamo fatto una buonissima colazione (all’inglese come piace a me con uova e pancetta), abbiamo fatto il checkout e chiesto se potevamo lasciare in deposito le valigie (un trolley ed uno zaino ma insomma sempre fastidioso portarseli in giro), fato questo ci siamo diretti verso la casa dei miei zii. Una volta fatto loro visita, con nostra cugina ci siamo diretti verso il ristorante coreano Lee’s Korean Restaurant Nagrin (prima però abbiamo ripreso le valige), abbiamo incontrato altro parentado davanti al ristorante e poi abbiamo mangiato. Il gestore del locale è stato molto prodigo di attenzioni e ci ha spiegato un po’ come funziona il pasto in corea (più che altro per le mie cugine visto che io e mio marito siamo stati in corea). Tutto era molto buono, preparato con ingredienti di qualità, le cameriere gentili e di competenza e infine il locale pulito e ben curato. Il prezzo ovviamente non è a basso costo perché comunque si tratta di una cucina particolare e anche ben curata nella presentazione, ma comunque non è eccessivo. Una volta finito di pranzare ci siamo diretti verso la stazione dei treni, qui abbiamo incontrato un’altra mia cugina e siamo stati insieme fino all’ora di partire. In treno ho pensato al nostro week end di San Valentino ed è stato fantastico! Sono contenta di aver condiviso questo momento con mio marito!! ^^ e sono stata anche contenta di rivedere i miei parenti. Con loro quando ci si rivede, anche se passa diverso tempo, è come se non ci fossimo mai separati! Per me la mia famiglia è importante.

Questo è stato il mio we di San Valentino, mi piacerebbe tanto conoscere i vostri pensieri in merito! Ci leggiamo al prossimo XOXO

 

Beauty and makeup · Ciclo dell'inverno🧚‍♀❄ · recensioni

I Wish… Beauty!!! 💄💅

Buongiorno a tutti ≧◡≦ , normalmente il periodo perfetto per prendersi cura di se stessi è la primavera. In quella stagione si iniziano a vedere in giro le persone con nuovi abiti, nuovi makeup e le vetrine dei negozi pullulano di nuove e mirabolanti merci!! Sovente mi capita di essere anche io una di quelle persone, forse perchè vedere la natura che si sta risvegliando, che il sole comincia a fare capolino prima e scende dopo, ti fa sentire diversa, più propensa alle novità(l’ho scritto in altri articoli del blog, ve li linko sotto questo articolo). Tuttavia quest’anno, questo desiderio di novità per me è iniziato molto prima. Infatti ho iniziato a guardarmi intorno, a fare piccole pulizie, riordino per poi ricercare delle cose che mi mancano o che sento di volere.
Qualche settimana fa ho dato una ripulita al mio “cassetto” del Makeup, ho tenuto le cose che utlizzavo di più, ho messo in altri luoghi quelle che utilizzavo meno e ho buttato tutto quello che non utilizzavo proprio (quello che non mi piaceva più ma anche le cose scadute). Ho fatto anche una sorta di ordine mentale, perchè sentivo il desiderio di rinnovarmi e di essere più consapevole di quello che impiego sulla mia faccia e sul corpo. Alla fine del riordino ho creato una wishlist delle cose che mi servivano e che volevo comprare. La lista era questa:

❀ Una nuova palette per gli occhi (con colori diversi da quelli che già possedevo) ✓
❀ Un correttore adatto al mio incarnato e alla mia pelle ✓
❀ Una palette per il contouring ✓
❀ Una cipria che rendesse meglio sul mio viso ✓
❀ Delle maschere per il viso ✓
❀ Uno scrub per le labbra ✓
❀ Pellelli per il makeup viso ✓

Sono riuscita a prendere ogni cosa nell’arco di poco tempo, in quanto ero già informanta ed ero decisamente conscia di ciò che andavo a comprare. Ho scelto le shade adatte al mio incarnato, ho provato le texture, e infine ho acquistato tutto. Devo dire che sono molto soddisfatta del lavoro svolto e sono anche orgogliosa di essere riuscita a riorganizzarmi per bene (considerato il fatto che io sono una confusionaria cronica (─‿‿─) ) ma bando alle ciancie, inzio con il farvi un resoconto dei miei acquisti, citandovi il modello, la marca ed il prezzo.

0BABBF2E-3549-495D-A7FC-B0B50A2B1A66.JPG❀ Palette occhi Poison Garden di Nabla € 39,90
“La Poison Garden è un luogo magico, di una bellezza quasi letale.
Qui prendono vita tonalità uniche e preziose, capaci di unire perfettamente Fascino e Mistero.
Raffinato e compatto, il pack presenta una fantasia di rose in rilievo, che nascondono come in un incantesimo la luce brillante di uno sfondo olografico.
La Poison Garden è in grado di dare voce a tutti i tuoi sentimenti, permettendoti di creare makeup dolci come il miele oppure un po’ più velenosi… la scelta sta solo a te!”
Così recita il sito della Nabla a riguardo di questa palette, ed io trovo che abbia pienamente ragione! Questa palette è stata sicuramente uno degli acquisti più azzeccati negli ultimi anni, è particolare ma allo stesso tempo molto duttile, permette look sofisticati, eleganti, strong, delicati e portabilissimi. Sono contenta di averla acquistata anche perchè avevo bisogno di testare un po’ le mie abilità con il pennello. In ogni modo, vi metto qui anche l’elenco delle 12 tonalità di colore che trovate anche sul sito ufficiale della casa di produzione:

• ZODIAC: Blu notte scurissimo. Super matte.
• FABRIC: Sabbia champagne chiaro. Fluid Metal.
• ADORATION: Top coat effetto bagnato con riflessi cobalto, indaco e magenta. Crystal.
• BERRY BITE: Berry acceso. Super matte.
• ADAGIO: Testa di moro. Super matte.
• ZEN: Nude medio-chiaro rosato. Super matte.
• CRAVING: Duochrome ametista con riflessi fucsia e pesca. Fluid Metal.
• HONEY: Miele acceso. Super matte.
• SUBLIMINAL: Vibrante duochrome rame-rosato con riflessi rossi e oro. Crystal.
• ARCHETYPE: Duochrome bronzo bruciato con riflessi rosati e dorati. Fluid Metal.
• ROSITA: Rosa cipria metallizzato. Fluid Metal.
• MAJORELLE: Blu majorelle. Super Matte.
• NARRATIVE: Beige caldo. Super Matte.
• OPERA: Rosso vino. Super Matte.
• CANVAS: Crema chiaro. Super Matte.

Il mio colore preferito per ora è Adagio, però uso tanto anche Craving, Honey e Narative. Trovo che questa palatte sia molto adatta alla mia personalità, che è un po’ Dark ed un po’ Kawaii. Ma ecco le mie pagelle per questo prodotto. Voto: 9 non dò dieci solo perchè secondo me in questa palette ci sarebbe stato molto bene un verde, magari un po’ scuro (un verde bosco per intenderci). Per il resto approvo, sia il pakaging, che le tonalità ma anche la cura che hanno avuto nella formulazione del prodotto. Non sono tutti semplici da utilizzare però con un po’ di pratica e costanza questa palette dona molta soddisfazione.

❀ Correttore Close-Up Concealer tonalità Light Peach di Nabla € 15,90
“Correttore full coverage ed a lunga tenuta, ideale per tutti i tipi di pelle. La sua formula cremosa è adatta a coprire ogni tipo di inestetismo, dalle occhiaie ai rossori alle discromie, per un incarnato incredibilmente uniforme e al top! Il finish naturale effetto seconda pelle con un semplice tocco rimpolpa e leviga donando un risultato a prova di close-up.
Nove diverse tonalità per trovare il proprio match sia per correggere che per illuminare!”
Questa la descrizione del prodotto che trovate sul sito ufficiale. Io ho avuto modo di testare bene questo correttore (sono stata ad un nozze, in gennaio si!!) e devo dire che non ha deluso le mie aspettative. E’ un correttore che nasconde perfettamente le occhiaie e le imperfezioni blu che ho sulla parte alta dell’occhio (purtroppo ho il difetto di avere una pelle molto sottile che mostra le venuzze ç_ç) si stende bene, ed è facile da gestire con la Beauty blender, non ho provato con il pennello perchè non mi piace molto come tecnica per stendere il correttore. Comunque io avendo una carnagione chiara ma non bianca ho scelto la tonalità Light Peach anche perchè ha un leggero colore rosato che permette di nascondere le imperfezioni blu nel modo giusto, e poi la shade funziona con me e sulla mia pelle secca e sottile essendo esso un prodotto cremoso. Voto: 9

F2D8B2E5-69EF-4919-8CEA-FD2AA6279C1F.JPG❀ Cocoa Contour Chiseled to Perfection Palette make-up della Too Faced (Sephora) € 40,50
“Questo curato kit include due colori di base per scolpire, l’illuminante opaco perfetto, e un luminoso Cocoa Glow per un effetto contouring che non risulta mai appiattito. Arricchite con l’esclusivo complesso a base di cacao dalle proprietà antiossidanti, le polveri si miscelano egregiamente e ti coccolano con un voluttuoso profumo di cioccolato. Include il nostro pennello Contour Buki per “scolpire” il viso in maniera professionale.” Questa descrizione la trovate sul sito di Sephora, catena che è la rivenditrice dei prodotti della Too Faced.
Ho scelto di prendere questa palette per il contour, nonostante non sia più di primo pelo (è uscita infatti diversi anni fa) perchè mi è stata consigliata da diverse persone. Inoltre io sono una fan di questo brand, ho acquistato già palette viso e illuminanti anni fa e i loro prodotti sono molto buoni anche se non tutti eccellenti. Nonostante questo, mi sento di dire che questa palettina è molto utile, i colori sono ottimi per il mio incarnato e facili da utilizzare, non sono un’esperta e di certo non posso dirvi di comprarlo dato che il prezzo non è alla portata di tutti, però io lo consiglio. Mi sono trovata bene con tutte le cialdine e poi il profumo di cioccolato rende tutto più sweet!!! ☾˙♡‿♡˙☽ Voto: 8

E2082655-A841-4FD4-BD24-9632101E69CA.JPG❀ Pro Filt’r Instant Retouch Setting Powder Shade Butter di Fenty Beauty by Rihanna (Sephora) € 31,50
“Quando ciò che desideri è essere splendida, il tuo make-up non può essere da meno.
Ti presentiamo Pro Filt’r Instant Retouch Setting Powder: Questa cipria libera super sottile, incredibilmente setosa fissa e prolunga la tenuta del make-up, riducendo per tutto il giorno l’aspetto dei pori, delle rughe sottile e delle imperfezioni creando un filtro super sottile invisibile – fatevi sotto paparazzi!
La parte migliore? Rihanna voleva assolutamente creare una polvere fissante per tutte che non creasse un effetto flashback, così è nata Pro Filt’r in 8 tonalità versatili da mixare per adattarle al colore unico di ogni carnagione, che fissa perfettamente e illumina senza lasciare tracce. E con il suo mix di polveri opacizzanti leggere come l’aria che non creano un effetto maschera né si depositano, Pro Filt’r riduce al minimo la lucidità con un risultato naturale. Così, per una volta, puoi avere una carnagione mat, uniforme e essere perfetta sotto l’obiettivo.” Descrizione del prodotto fornita da Sephora.
Prima di acquistare questa cipria, ho guardato un sacco di video su youtube in cerca di un po’ di recensioni per capire bene cosa poteva fare per me, perchè ho una pelle molto particolare, mi danno fastidio un sacco di prodotti makeup quindi prima di prendere, correttori, fondotinta e anche le polveri cerco sempre di informarmi molto bene. Ho bisogno di qualcosa che non mi secchi troppo la pelle e che non dia quella sensazione di pelle tirata, perchè è veramente una tortura! Ecco, per tanto tempo ho cercato di evitare questo tipo di prodotto, però ultimamente spinta dalla voglia di settare un po’ il fondotinta ho deciso di comprarne una che fosse adatta, perciò la mia scelta è caduta su questa. Ha un buon equilibrio tra composizione e performance, e sulla mia pelle non da fastidio (cosa assai difficile visto che ogni cipria che ho preso mi ha sempre dato noia) perciò devo dire che per ora mi sta dando molta soddisfazione! Non posso che essere contenta del risultato, inoltre ho scelto un colore che calza a pennello con il mio incarnato, il butter. Tante usano la nuance “Banana” ma per me era troppo giallogliola. Comunque mi stro trovando molto bene e per questo motivo mi sento di consigliarla. Voto: 8

770E5D84-49FD-418F-8246-A135F3091567.JPG❀ Maschere Sephora Collection Quela al Cocco, all’Aloe Vera e al Litchi € 3,90
“Una nuova generazione di maschere viso: tessuto di origine vegetale effetto “seconda pelle”, che sposa perfettamente i contorni del viso, super ingredienti e formule idratanti ricche di attivi per risultati visibili in 15 minuti.”
• Maschera viso, in tessuto di origine vegetale al cocco – nutriente lenitiva (utriente emolliente per una pelle lenita e più confortevole.)
• Maschera viso, in tessuto di origine vegetale all’aloe vera – idratante rimpolpante ( idratante rimpolpante per una pelle idratata e più elastica)
• Maschera viso, in tessuto di origine vegetale al litchi – ultra-idratante illuminante ( ultra idratante illuminante per una pelle rigenerata e un incarnato fresco e radioso)
Per ora ho provato solo quella al cocco e quella all’aloe e devo dire che mi sono piaciute moltissimo!! Danno una sesazione piacevole sulla pelle ed inoltre sono molto confortevoli. Lasciano la pelle ben nutrita e l’effetto si sente subito e dura per diverso tempo. Sono una coccola utilissima e alla portata di tutti voto: 8

❀ Scrub Labbra (a base di polvere di cocco e sale) delicato e rivitalizzante alla Rosa Bourbon (naturale al 100%) € 6,00
Ho preso qusto scrub in farmacia, perchè avevo una certa urgenza, labbra molto screpolate e doloranti! Ha un bel profumo di rosa e c’è ne una gran quantità. Buono ma per ora non voglio sbilanciare più di tanto. Voto:7

❀ Penelli per il Makeup Viso Primark € 8,00
Ho preso un set di pennelli viso da Primark e mi sto trovando molto bene, hanno setole morbide che non si perdono e tra l’altro sulla mia pelle, delicata, sembrano come una leggera piuma. Per il loro prezzo li consiglio vivamente! Voto: 8
Nella mia lista si stanno aggiungendo altre cosine che presto comprerò e vi recensirò. Come ho detto sto cercando di essere più ocualata negli acquisti, e più mi informo e più sento di avvicinarmi al mio progetto di essere una persona ordinata e convinta delle proprie spese. Grazie per aver letto il mio articolo!! Ci leggiamo al prossimo XOXO

(le foto che trovate in questo articolo sono state scattate da me, potete seguirmi su instagram per tenervi informate ^^ Trovate i link nelle info )

Be Positive!! 📓🖋 · Ciclo dell'inverno🧚‍♀❄ · Notizie📰 · pensieri...

I miei obbietivi realistici perchè? 📓🖊

33bcf5e0f745b9e3d212228e9401b7a5Buongiorno a tutti, mi dispiace di  non aver scritto per un po’ ma purtroppo per un evento e per l’influenza non sono riuscita ad essere troppo produttiva, tuttavia bando alle ciancie arriviamo al dunque, nell’articolo precedente del mio blog ho scritto come faccio per mantenermi ispirata. Vi ho, inoltre, mostrato l’elenco dei dieci obiettivi realistici che ho intenzione di portare avanti per i prossimi 6 mesi del 2019.
In quest’articolo invece vi spiegherò come ho fatto a scegliere proprio questi, perché ho scartato altri “progetti” e perché lo dico proprio a voi!! 😁
Per facilitare la comprensione dividerò l’articolo in punti, in modo che sia tutto chiaro e non un guazzabuglio, poiché, ragazze l’organizzazione almeno in questo è importante 😁

– Appunto numero 1:”E’ buono per il mio corpo mangiare più frutta, verdura e bere molta più acqua”
Ho scelto questo e non la semplice dieta perché mi conosco e so che una dieta troppo ferrea e serrata non fa per me. Sono una persona cui piace mangiare di tutto, quando voglio e quindi di mettersi lì, pesare i vari alimenti, dosare gli ingredienti ecc.ecc…. be non fa proprio per me. Ho quindi cercato di fare un piccolo esame di coscienza e mi sono detta, perché ho qualche problemino con la salute? Ma soprattutto, perché soffro di raffreddore e febbre così spesso durante l’anno? Mangio sicuramente poca frutta e verdura! Perciò il mio obiettivo realistico sarò quello di migliorare le mie difese immunitarie con frutta e verdura. Oltre al cibo, ho anche pensato di aumentare l’acqua, perché bevo meno rispetto quello che sarebbe il giusto.

-“E’ buono per me poter scrivere i miei pensieri almeno due volte la settimana” appunto numero due
Io sono una ragazza che difficilmente riesce ad esprimere i propri pensieri e a capirli subito. Il metodo migliore per riuscire a comprendermi è proprio la scrittura, ecco dunque il motivo per cui ho scelto quest’obiettivo. Scrivere deve diventare una routine per me, così da potermi sfogare e vivere meglio.

-“E’ buono davvero mettere su carta le mie ispirazioni perché sono l’espressione della mia arte” appunto numero tre
Legato all’appunto sopra c’è questo, la mia arte è la scrittura, nel senso che le storie che ho nella mente devono essere messe su di un foglio (digitale o no) perché altrimenti sento di essermi persa qualcosa, sento che mi manca me stessa. L’unico problema che si frappone tra me e tutto questo è la mia dannata pigrizia! Perciò ho deciso di aggiungerlo agli obiettivi realistici, è necessario che la mia pigrizia abbia un freno.

-“E’ buono tenere in ordine i miei oggetti, perché così li trovo più facilmente” appunto numero quattro
Sono una casinara cronica, non c’è nulla che possa farmi cambiare idea, neppure il mio paziente e pignolo marito. Tuttavia mi rendo conto che alcune volte sono anche fin troppo disordinata e caotica, così ho deciso di allenarmi ad essere più strutturata! Devo cercare di creare ordine nel mio disordine. Sembra un gioco di parole ma è così! E per farlo nel migliore dei modi ho deciso di fare ordine sia con le liste che con la manovalanza. Partirò dagli armati per poi arrivare alla mia scriviania e finire con gli oggetti che colleziono.

-“E’ buono per i miei dolorini fare più movimento, certo non è semplice muoversi con sto freddo, però è positivo” appunto numero cinque
Questo è alquanto ovvio, faccio un lavoro molto sedentario e quindi il mio corpo spesso e volentieri viene lasciato in disparte. Io tendenzialmente adoro lo sport ed il movimento, sono sempre stata attiva, solo negli ultimi anni mi sono impigrita sempre di più. Adesso però voglio cambiare il mio modo di pensare e voglio tornare ad essere attiva, perché il movimento aiuta anche la mia mente. Ho deciso che ricomincerò a dedicare del tempo allo Yoga e all’Aerobica (ci aggiungerò anche un po’ di balli ihih). Questo almeno una volta alla settimana.

-“E’ buono che io scriva il mio libro perché è parte di me e ogni giorno se riesco a farlo, mi porta più vicino alla meta” appunto numero sei
Questo punto è molto personale. Sto scrivendo un romanzo fantasy e spesso mi blocco perché mi manca un pezzetto di descrizione o perchè devo aggiungere delle cose. Il Fantasy è un genere piuttosto complicato e inventarsi qualcosa di sana pianta è anche più stressante. Ecco il motivo per cui ho scelto di mettere questo punto, mantenermi attiva e poter andare avanti anche se mi sento sopraffatta dagli eventi è di vitale importanza.
-“E’ buono disegnare i personaggi che vivono nella mia immaginazione!!” appunto numero sette
Mi è sempre piaciuto disegnare, ho sempre trovato rilassante poter interpretare con un disegno ciò che i miei occhi catturano con lo sguardo. I miei soggetti preferiti sono: ambienti rurali, giardini, la foresta con tutti i suoi animali e ragazze magiche o no. Solo che ho poco tempo da dedicare a questa mia passione e vorrei permettere a me stessa di sperimentare e riuscire a migliorarmi.

-“E’ buono sapere scrivere elegantemente” appunto numero otto
Handlettering, una delle cose che amo di più è vedere tutte quelle belle scritte sul mio bullet journal o sull’agenda. Ecco perché ho deciso di fare più esercizi, devo assolutamente migliorare la mia calligrafia!

-“E’ buono sentirmi felice nonostante le avversità che mi circondano” appunto numero nove
Punto piuttosto personale. Ho scelto di sentirmi felice nonostante le avversità perché spesso mi sento sopraffatta da tutto quello che succede intorno a me, ciò, però è male. Non posso ogni volta farmi prendere dall’ansia e dal nervosismo. Perciò ho deciso di lavorare sulla mia pace interiore, ogni settimana ho intenzione di fare meditazione e concentrarmi un po’ di più su me stessa ed i miei bisogni.

-“E’ buono riuscire a pensare alla mia anima e a chi l’ha creata!” appunto numero dieci
La religione è un punto basilare della mia esistenza. Sono Cristiana cattolica e orgogliosa di esserlo. Ci tengo a dedicare tutti i giorni, almeno un po’ del mio tempo alla preghiera e alla carità verso gli altri. Per il secondo punto, ossia la carità, non dirò nulla per ora perché ho intenzione di fare una cosa interessante e dato che non è ancora avvenuta, non voglio annunciarla ^^ appena sarò pronta, farò un articolo dedicato ad essa.

Ecco ho raccontanto un po’ i buoni propositi per questo primo semestre del 2019, inoltre volevo aggiungere alcune annotazioni. Io ho scelto di darmi dei tempi brevi dato che sono una persona che ama cambiare quando la mia pazzia lo richiede, perciò non posso monitorarmi su tempi eccessivamente lunghi. Inoltre ci tengo a dire che ho intenzione di raccontare dei miei progressi qui sul blog, tutto ciò perchè sò benissimo che non è semplice rimanere spronati e pronti da soli. Quindi se so che qualcuno mi legge e mi sostiene il lavoro sarà più fattibile per me.

Ragazzi per sapere i miei progressi continuate a seguire i miei articoli sul blog!! XOXO